Iniziative
FW.it nel Mondo
Rules, Help & Co
Lighted Streets di symbolism_egg
Categoria: Anime e Manga - D. Gray-man
Rating: Per tutti
Personaggi: Allen Walker, Howard Link, Tincampi
Genere: Generale, Introspettivo
Note: Oneshot, Slices of life, Traduzione, Shonen-ai
Aggiungi la storia ai preferiti | Segui la storia
Stampa il capitolo | Stampa la storia
Capitolo pubblicato il 27-12-2010
Commenti al capitolo - 2

Questa fanfiction non è a scopo di lucro. I personaggi appartengono ai rispettivi ideatori e detentori di Copyright.

Testo su Tutta la Pagina Testo sull'80% della Pagina Testo sul 60% della Pagina # Aumenta Interlinea Interlinea Normale Riduci Interlinea # Ingrandisci il Font Reimposta il Font Rimpicciolisci il Font

Note della traduttrice:
Ecco un'altra traduzione, fresca fresca! *A* E' stata scritta e postata il 25 dicembre, per la community [info]31_days. Niente da dire, è molto breve, e anche stavolta è incentrata su Link e Allen [con immancabile apparizione di Timcampi uçu]. In teoria oggi avrei dovuto scriverla io una shot, perché dal 25 dicembre al 29 dicembre è la LinkAllen Week, e oggi in particolare il LinkAllen Day. Solo che non so se riuscirò a finirla in tempo, quindi nel dubbio intanto posto questa bella shot per festeggiare, poi se riesco posto anche la mia. XD Il 29 dovrebbe arrivarne un'altra, non so se la tradurrò ma nel caso tenetevi pronti. ù-ù E' tutto, solite raccomandazioni: se qualcosa non va, fatelo notare, e ricordate che i vostri commenti saranno tradotti per l'autrice, quindi se commentate ci fate felici entrambe! *O*
Qui la fanfic in lingua originale! Buona lettura! O/

Lighted Streets


Qualche ora dopo che aveva fatto buio, Allen fece tirare fuori a Link il suo orologio da taschino.
“Sì, è mezzanotte passata,” affermò Link dopo aver trovato un angolo in cui riuscisse a vedere i numeri. La strada era buia e deserta.

“Buon Natale,” disse Walker.

“Sì, Buon Natale,” rispose Link con meno entusiasmo. “E buon compleanno, credo,” aggiunse, avendo una buona memoria per i numeri e uno sviluppato senso di cortesia, nonostante ritenesse che la scelta di Mana Walker sul compleanno sapesse un po’ di blasfemia.

“Grazie, Link.” Walker gettò due delle sue borse da shopping nelle braccia di Link, e i due arrancarono per le strade in direzione del Quartier Generale. Ovviamente, usare l’Arca per motivi di shopping non era consentito – cosa che, bisogna dirlo, Link dovette ricordare all’Esorcista diverse volte.

Link cercò di spostare le borse così da poter evitare le pozzanghere ghiacciate ai suoi piedi. Timcampi dormiva in una di quelle, e un’ala solitaria gli oscurava la visuale.

“E’ una stagione davvero particolare,” disse Allen. “Le luci che decorano la città–”

Link lanciò uno sguardo dubbioso ai lampioni rotti e bruciati. Non era stato un dicembre pacifico.

“–le stelle che brillano in alto–”

E in alto c’era una cappa di nuvole scure.

“–e la neve fresca che imbianca il terreno.”

In quella parte della città, dove nelle ore precedenti c’era stato un gran traffico, c’era più fanghiglia che neve. Link si chiese cosa avesse reso Walker, che non aveva una mentalità religiosa, una specie di cartolina di Natale. Inarcò un sopracciglio. “Walker, è buio, non ci sono stelle stanotte, e la neve o è di un colore simile al marrone o è diventata ghiaccio”.

“Va bene lo stesso,” rispose Walker. “E’ comunque Natale.”

Link cercò di capire che ragionamento giacesse dietro quella frase.

“E sono riuscito a trovare i regali che volevo. Ti avevo detto che ci sarebbero stati negozi aperti fino a tardi stanotte”.

Diversi mesi prima, Walker aveva smesso di usare il suo salario per pagare i debiti del Generale Cross, che era stato più come smettere di svuotare l’oceano con un cucchiaino da tè. “Non è questo ciò che ho intenzione di ricordargli”, si disse a un certo punto, e spinse più in fondo nella busta la scatola delle ricevute. Quel giorno aveva impiegato bene i suoi risparmi.

“E’ stata una fortuna che lo fossero”, disse Link.

“Sì, considerando che i questionari hanno preso più tempo di quanto avevi detto”. Walker si girò verso Link con quella che sarebbe dovuta essere un’occhiataccia.

“Era necessario che finissimo quei rapporti entro oggi, e non è stata colpa mia se–”

“Sì, sì,” lo interruppe Walker, un’interruzione che sì era rude, ma erano ormai innumerevoli volte che passavano per simili scambi di battute.

“Già,” rispose Link. Forse non sarebbero dovuti stare battibeccando a Natale.

“Ma ti perdono. Potresti persino trovare un regalo da qualche parte sul fondo di quella busta”. Walker fece un cenno in direzione di quella che conteneva Timcampi.

Link realizzò qualcosa di importante. “Temo di non averti preso nulla”. Non era molto sicuro che un Ispettore avrebbe dovuto prendere un regalo di Natale per il sospettato di eresia che stava sorvegliando, ma questo avrebbe potuto cambiare la risposta.

Walker accelerò il passo malgrado la distanza che stavano percorrendo fra l’Ordine e i negozi. “Cheesecake di fragole lunedì. Amaretti giovedì. Ieri, biscotti allo zenzero. E un sacco di altri dolci che ho dimenticato, anche se ricordo che erano buonissimi”.

“Quelli non erano regali”, disse Link, affrettandosi a tenere il passo. “Avevo soltanto voglia di cucinare”.

“Già, e io ho mangiato la maggior parte dei risultati”.

Gli stivali di Link persero stabilità dove una patina di ghiaccio ricopriva dei ciottoli, e per poco non scivolò. Walker si girò preoccupato. Link continuò a tenere le borse, nonostante tutto, e procedette con più attenzione. Combatté l’impulso di lamentarsi del freddo.

“Quindi. Uhm. Grazie”, concluse Walker. Si mise a giocherellare con le maniglie di corda della borsa che stava portando.
Ah, Link la risposta a questo la sapeva. “Non c’è di che”, disse subito di rimando.

La luce ambrata delle finestre del Quartier Generale si stagliò di fronte a loro, dietro i tetti delle case vicine. In silenzio, adesso, camminavano fianco a fianco.

Quando si addormentò nel calore delle coperte del suo letto, Link non riuscì a scacciare la sensazione che Walker l’avesse ringraziato per qualcosa di più che qualche dolce, ma non riuscì in nessun modo a capire per che cosa.


↑ Torna in Cima ↑





#libriattesi
Dimmi che sarà per sempre
Kristen Ashley
Genere
Romantic Suspance
Data di uscita
19-07-2017
L'inganno delle tenebre: Episodio 1
Jean-Christophe Grangé
Genere
Thriller
Data di uscita
20-07-2017
Una finestra sul mare
Corina Bomann
Genere
Romance Contemporaneo
Data di uscita
19-07-2017