Iniziative
FW.it nel Mondo
Rules, Help & Co
Trappola di Arwen88
Categoria: Anime e Manga - Witch Hunter Robin
Rating: 14+
Personaggi: Toko Masaki
Genere: Introspettivo, Malinconico
Note: Missing Moment, Oneshot, What if?
Aggiungi la storia ai preferiti | Segui la storia
Stampa il capitolo | Stampa la storia
Capitolo pubblicato il 27-05-2010
Commenti al capitolo - 0

Questa fanfiction non è a scopo di lucro. I personaggi appartengono ai rispettivi ideatori e detentori di Copyright.

Testo su Tutta la Pagina Testo sull'80% della Pagina Testo sul 60% della Pagina # Aumenta Interlinea Interlinea Normale Riduci Interlinea # Ingrandisci il Font Reimposta il Font Rimpicciolisci il Font


Betata da Wolvie91, ringraziatela se non ci sono cretinate.
Partecipa allo Sfiga Fandom Fest, prompt: Witch Hunter Robin, Touko Masaki, rabbia





Trappola





Tooko guardava Robin seduta sul divano impegnata a leggere tranquillamente un libro. Strinse il bollitore dell'acqua tra le mani, lasciandosi cogliere da un impeto di rabbia che per pochi attimi sconvolse persino il suo viso.
Sapeva che era colpa della ragazzina se Amon non la cercava più, sapeva che ormai era lei al centro dei suoi pensieri, lo aveva capito da settimane.
La odiava per quello, per averglielo portato via, l'unico uomo che avesse mai amato con così tanta forza.
Si girò di scatto verso la cucina posando il bollitore su un fornello acceso per poi spostarsi verso un'antina per prendere il barattolo del caffè. Cercava di tenersi impegnata, concentrata su quel che faceva in modo da costringersi a rimanere lontana dalla cacciatrice, temendo in caso contrario di poterla schiaffeggiare, graffiare, prenderla per le spalle e scuoterla.
Un pensiero balenò improvvisamente nella sua mente e un piacere perverso riportò il sorriso sulle sue labbra. Quasi con allegria versò l'acqua bollente sul caffé solubile nelle tazzine, pensando alla vendetta
imminente.
Aveva acconsentito a lasciarsi usare per intrappolarla, aveva deciso che era arrivato il momento per la giovane cacciatrice di finire sotto le grinfie di suo padre. Avrebbe pensato lui ad annullarla, così come faceva con tutte le streghe. Tooko sorrideva dietro alla tazza di caffè, le labbra celate allo sguardo di Robin che le aveva sorriso vagamente in ringraziamento per la bavanda prima di tornare alla lettura.
La donna continuava ad osservare la più giovane ed intanto pensava, ossessionata, al suo Amon.
Credeva che quando la quindicenne sarebbe scomparsa lui sarebbe tornato tra le sue braccia e che prima o poi sarebbe riuscita persino a farlo innamorare.
La rabbia offuscava la mente della giovane donna.


I soldati della Solomon si aggiravano per l'appartamento sistemando la trappola per la cacciatrice.
Tooko si morse un'unghia osservando nervosamente le loro armi, improvvisamente insicura di voler andare avanti.
L'arrivo di suo padre al suo fianco la spinse a voltarsi e rivolgergli un cenno; immediatamente un ufficiale si avvicinò a loro.
-Signore, è tutto pronto. Se la signorina è pronta potremmo procedere nel legarla.- Uno sguardo alla ragazza lo fece esitare per un attimo. -Non sarà in pericolo, signorina: noi saremo all'esterno pronti ad intervenire. La ragazza la ritiene degna di fiducia, no?-
Tooko annuì poco convinta, sentendosi in colpa nel vedere le pistole ed i fucili di quegli uomini.
-Allora non penso abbia di che preoccuparsi.-
Mentre il soldato si allontanava Zaizen posò una mano sulla spalla della figlia, sorridendole soddisfatto.
-Andrà tutto bene.-
La ragazza strinse le labbra, poco convinta: -Sì, è la cosa migliore, forse.-
Il padre si voltò verso i suoi uomini, guardandoli sovrappensiero, senza badare nemmeno veramente a Tooko.
-Se solo Amon avesse fatto quel che gli avevo ordinato non saremmo arrivati fino a questo punto.-
La giovane lo guardò stupita, cessando di mordicchiarsi l'unghia.
-Cosa vuoi dire?-
Ma l'uomo nemmeno si voltò, senza capire quanto le precedenti parole l'avessero sconvolta.
-Sono settimane che ho ordinato ad Amon di catturarla ma lui continua ad ignorare l'ordine, ormai è lampante che si è lasciato coinvolgere troppo da quella ragazzina.-
Zaizen riportò lo sguardo sulla figlia, ancora inconsapevole delle emozioni che si agitavano in lei.
-Allora, sei sicura di volerlo fare?-
Tooko strinse i pugni, furiosa.
-Sì.-


***





Ho cercato di rendere Tooko un personaggio un po' dinamico: da principio ho mostrato come avesse deciso di prestarsi alla trappola per Robin in modo da potersi vendicare, quando si ritrova poi in procinto di tradirne l'amicizia pensa al fatto che sia ingiusto, che si tratta pur sempre di una ragazzina. In questa piccola what if ho fatto in modo che fosse il venire a conoscenza del fatto che il "suo" Amon si era rifiutato di catturare la sua "rivale" a spingerla definitivamente a tradirla. Un po' un'altalena di rabbia e furore che l'hanno portata ad essere una donna cattiva. Naturalmente non è detto che fossero questi i motivi per cui lei era là legata... con quello sguardo furioso. u.u
Ah, la "trappola" del titolo può essere intesa anche come quella in cui si lascia prendere proprio Tooko, per colpa appunto della rabbia.




↑ Torna in Cima ↑





#libriattesi
Il ritorno
Jennifer L. Armentrout
Genere
Paranormal Romance
Data di uscita
12-04-2018
Fragile è la notte
Angelo Petrella
Genere
Noir
Data di uscita
12-04-2018
L'altra moglie
Kerry Fisher
Genere
Thriller Psicologico
Data di uscita
12-04-2018