Iniziative
FW.it nel Mondo
Rules, Help & Co
Ora andava meglio - Niente Nostalgia- di Arwen88
Categoria: Anime e Manga - Witch Hunter Robin
Rating: Per tutti
Personaggi: Amon, Robin Sena
Genere: Generale, Romantico
Note: OOC, Slices of life, Flashfiction
Aggiungi la storia ai preferiti | Segui la storia
Stampa il capitolo | Stampa la storia
Capitolo pubblicato il 30-03-2010
Commenti al capitolo - 1

Questa fanfiction non è a scopo di lucro. I personaggi appartengono ai rispettivi ideatori e detentori di Copyright.

Testo su Tutta la Pagina Testo sull'80% della Pagina Testo sul 60% della Pagina # Aumenta Interlinea Interlinea Normale Riduci Interlinea # Ingrandisci il Font Reimposta il Font Rimpicciolisci il Font

Partecipa allo SfigaFandom Fest, prompt: Witch Hunter Robin, Robin/Amon, nostalgia.
Probabilmente sono ooc, ma capitemi, è uno spaccato di quello che per me sarebbe l'epilogo ideale. Con tanto, tanto lieto fine. E forse un po' di miele.




Ora andava meglio -Niente Nostalgia-



La macchina correva silenziosamente attraverso il paesaggio dei campi di provincia, sulla strada che portava alla città. Avevano deciso di tornare da un aeroporto secondario e andare a casa in macchina, far sapere a tutti i propri movimenti non era mai molto saggio.
Robin guardava fuori dal finestrino, la testa poggiata sulla mano.
Ripensava a quando aveva potuto riabbracciare i monaci che l'avevano cresciuta, cercando di trattenere le lacrime. Finalmente gli aveva potuto presentare Amon -che fino a quel momento era rimasto alle sue spalle con un leggero sorriso- e loro stupiti l'avevano riconosciuto per il cacciatore di cui tanto si parlava persino là in Italia, si erano raccomandati con lui di prendersi cura della loro "piccola" e lui aveva messo una mano sulla spalla di lei dicendo di non preoccuparsi. Anche ora, a giorni di distanza, Robin non riusciva a trattenere un sorriso a quel ricordo. Quanto le erano mancati tutti loro...

Amon la guardava dal posto del guidatore, pensando che fosse bellissima.
-Presto arriveremo.-
Robin si voltò, sorridendogli, il pensiero che correva a quelle altre persone che da tanto non vedeva.
-Non vedo l'ora di rivedere tutti gli altri.-

Finalmente stavano tornando alla sede della STNJ, non avrebbe potuto fare che lavoro d'ufficio per un bel po' ma sapeva che Amon, per quanto amasse anche stare da solo con lei, fremeva d'impazienza al pensiero di tornare sul campo.
Robin sorrise passando delicatamente una mano sulla pancia dove cresceva lentamente la nuova vita a cui loro avevano dato inizio.
Non voleva ammetterlo ma anche lei provava nostalgia per i tempi in cui poteva lavorare sul campo al fianco del suo partner, coprendogli le spalle. Provando l'ebbrezza dell'usare i propri poteri. Ma non importava, sarebbe bastato aspettare.
Amon sembrò leggerle nel pensiero e prese a ridacchiare.
-Non preoccuparti, hai sentito cosa hanno detto i medici: ancora qualche mese e potrai tornare a dar fuoco indiscriminatamente a tutto ciò che vuoi.-
Robin gonfiò le guance, offesa.
-Io non do fuoco indiscriminatamente alle cose!-
Amon ridacchiò, l'espressione rilassata, il tono spensierato.
-Certo, certo...-
Ma Robin sgonfiò le guance, lasciando che un sorriso stendesse le sue labbra, guardando il suo profilo: ecco, l'unica cosa che non le mancava era il primo periodo di gelo tra loro. Ora andava decisamente meglio.


↑ Torna in Cima ↑





#libriattesi
Il ritorno
Jennifer L. Armentrout
Genere
Paranormal Romance
Data di uscita
12-04-2018
Fragile è la notte
Angelo Petrella
Genere
Noir
Data di uscita
12-04-2018
L'altra moglie
Kerry Fisher
Genere
Thriller Psicologico
Data di uscita
12-04-2018